L’origine delle acque calde termali è avvolta nel mistero e nella leggenda : si narra infatti che sia stato il dio Saturnoi ad averle create, scagliando sulla terra un fulmine, per punire gli uomini in continua lotta tra di loro.

Sempre secondo la leggenda, la saetta lanciata dal dio Saturno, si sarebbe conficcata in profondità nel terreno, originando una sorgente naturale dalla quale iniziò a fuoriuscire un flusso continuo di acqua calda ricca di vapori, da allora le acque non hanno mai spesso di scorrere e la loro presenza seppe riappacificare gli uomini che vivevano sulla terra.

Leggenda a parte, l’origine delle acque, che sgorgano da un cratere vulcanico sotto lo stabilimento termale, risale a tempi remoti. Il flusso, ancora oggi costante, ha una portata di 500 l/s, ad una temperatura di 37.5°C. Ciò consente un ricambio completo ogni 4 ore, per sei volte al giorno, e permette all’acqua di mantenere intatte le sue caratteristiche chimico-fisiche gli effetti terapeutici e le condizioni igenico-sanitarie, senza bisogno di alcuna manipolazione esterna.

Le Cascate del Gorello

L’acqua che scorre dalle vasche termali va a formare un torrente di acqua calda, “il Gorello” che percorre alcune centinaia di metri prima di divenire, per un dislivello naturale, la suggestiva “Cascata del Mulino” con le sue famose piscine calcaree.

Luogo sempre frequentato in tutte le stagioni, sia di giorno che di notte, da numerosi bagnanti.

Le Cascate del Gorello

L’acqua che scorre dalle vasche termali va a formare un torrente di acqua calda, “il Gorello” che percorre alcune centinaia di metri prima di divenire, per un dislivello naturale, la suggestiva “Cascata del Mulino” con le sue famose piscine calcaree.

Luogo sempre frequentato in tutte le stagioni, sia di giorno che di notte, da numerosi bagnanti.

Caratteristiche delle Acque Termali di Saturnia